Топ-100

Filosofia giapponese

La filosofia giapponese si è storicamente sviluppato come una fusione di pensiero tradizionale, di una religione e religioni dellasia continentale, in particolare il Buddismo e il Confucianesimo. Già fortemente influenzato dalla filosofia cinese e indiana, come il Mitogaku e Zen, molto moderna filosofia giapponese è ora anche influenzato dalla filosofia occidentale.

1. Il pensiero antico e medievale. (The thinking of the ancient and medieval)
Prima ancora, il feudalesimo era saldamente radicata nella mentalità sociale dei giapponesi, il Buddismo è rappresentato a tutti gli effetti, le principali correnti del pensiero giapponese. Buddista politicamente fu introdotto allinterno del sistema statale e dal principe Shotoku Umayado con lintenzione di renderlo a tutti gli effetti il pensiero ufficiale della nazione, questa voce si conclude nel successivo Periodo Nara, quando il paese si raggiunge un certo grado di stabilità interno.
Quando è linizio del Periodo Heian, il luogo del pensiero filosofico, la più astratta del Buddismo prende sempre più piede lesoterismo Mikkyo, diventando sempre più popolare tra tutti gli strati della popolazione. Tuttavia, alla fine nobile, quando fu diffuso pessimismo esistenziale, perché si ritiene che il Buddismo sarebbe irrimediabilmente spento durante "gli ultimi giorni di questo mondo," il movimento della Terra Pura, ha prodotto una forte tensione positiva diretto verso la vita futura, oltremondana nonostante dune effettivamente vissuto costantemente in preda alla disperazione.
Con il Periodo Kamakura, in cui il governo ha preso in mano la casta dei Samurai, che appena apparso, inizia anche un neo-buddismo affrontato adeguatamente alla casta guerriera.

1.1. Il pensiero antico e medievale. Larrivo del Buddismo in Giappone e il suo influsso immediato. (The arrival of Buddhism in Japan and its influence to the immediate)
Larrivo del Buddismo nel paese è strettamente connessa alla costruzione della nazione e la centralizzazione a livello statale, la maggior parte del potere: il clan Soga aveva vinto una guerra contro la famiglia, Mononobe, che fino ad allora aveva gestito lantica religione, e il Principe Shotoku è venuto a elaborar un piano nazionale per organizzare la governance sulla base dei codici giuridici del sistema nel buddismo.
Mentre si lavora a stretto contatto con la famiglia di Soga, quindi predominante, il Principe Shotoku, che fu reggente dellimperatrice Suiko, ha dimostrato di avere una notevole simpatia e la tendenza verso la fede buddista, da poco arrivato da oltreoceano: la più acuta intuizione è stata quella di stabilizzare, in un certo senso, la politica nazionale attraverso lintroduzione in tutte le categorie sociali di questa nuova religione è venuto dalla Cina. Per i meriti e attraverso il monaco cinese Jianzhen, al tempo della Dinastia Tang, la politica di conversione al buddismo di tutto il Giappone raggiunge il suo picco.
Il buddhismo ha senza dubbio portato la pace, la sicurezza e la prosperità della nazione. Perché era in uso tra i monaci ritiro in montagna per praticare in pratiche ascetiche, ma anche nellesecuzione dincantesimi e preghiere, il buddismo dellera Heian è chiamato Mikkyo. Quel in questepoca imparato il cinese buddismo più esoterica e ha dato il via al cosiddetto Buddhismo Shingon.
Saichō a sua volta sviluppato il Buddismo Tendai, con il cuore della sua dottrina del Sutra del Loto. Nel tardo Heian mi è venuto più e più opportunità per migliorare positivamente il mondo materiale e linizio di un trend che diventerà sempre di più la maggior parte della ricerca dellinterruzione della ruota della Reincarnazione. Il movimento della Terra Pura del pensiero, quindi una qualche forma di paradiso, la predicazione della fede in Amitabha Buddha.

1.2. Il pensiero antico e medievale. Nella filosofia Buddista durante il periodo Kamakura. (In Buddhist philosophy during the Kamakura period)
Jodo-shu, un ramo del buddismo della Terra Pura, si basa in particolare sulla salvezza che viene da Amitabha, il monaco Hōnen fondata dopo aver abbandonato le altre pratiche ascetiche. Ha predicato ai suoi allievi la fede nel Signore Buddha e lintensa preghiera conosciuta come la Nianfo ripetizione allinfinito del nome del Buddha-Namu-Amida-Butsu, solo questo deve essere fatto per assicurarsi un posto in paradiso.
Il suo diretto allievo di Shinran, che ha portato avanti la setta, ha seguito e insegnato con precisione gli insegnamenti del maestro, la predicazione, la dipendenza assoluta per quanto riguarda fede nel Amitabha. Un altro dei suoi successori, Ippen, monaco itinerante, ha cominciato il ballo e il canto di natura religiosa, per accompagnare la preghiera.
In alternativa a questo, lo Zen di ricerca, invece di auto-risvegliare lo spirito, attraverso varie tecniche di meditazione Zazen. Eisai, un altro monaco dellepoca, è venuto ad imparare Rinzai-shū direttamente dalla setta di origine Cinese, e trasmesso ai suoi studenti di giapponese: dare loro un compito difficile risolvere un enigma, un enigma, e così facendo li ha costretti a un ritmo tale che, dopo un trauma improvviso, sarebbe stata illuminata da solo, allimprovviso.
Questo Rinzai Zen, era largamente praticata e seguita dalle classi superiori del samurai durante il periodo Kamakura, mentre Eihei Dōgen imparato Sōtō-shū originale e lha portato in Giappone, anche lui dopo un pellegrinaggio in terra cinese. Questultimo, Soto-Zen soppone, in parte, alla tradizione di Eisen, la predicazione, lilluminazione attraverso un serio e immobile, seduto in meditazione, lo zazen, infatti, anche questa dottrina è stata presa come modello da vari samurai locale.
Infine, il Buddhismo Nichiren fondata da Nichiren, si rivela essere una dottrina molto più "aggressivo" del precedente esame: questa è la predicazione che solo il Sutra del Loto può essere considerato lo studio della dottrina ortodossa. Supporta, inoltre, la possibilità di conseguire la "buddhità" durante la vita.

2. Il pensiero moderno. (Modern thought)
Considerando il fatto che il pensiero antico e medievale il Giappone era strettamente legato ai cresciuto dottrinale Buddismo, in stile moderno, si può facilmente derivare dal neo-confucianesimo, considerato come il solo pensiero ufficiale durante lo shogunato Tokugawa. Inoltre, la dottrina più sociale che il buddhismo ha stimolato la scuola Kokugaku e il metodo di studio, di apprendimento e di riflessione chiamato Rangaku, oltre a tutte le branche del pensiero, non ufficiale, di stampo popolare dalla metà dellepoca di Edo poi.
Neo-Confucianesimo in Giappone. (Neo-Confucianism in Japan)
Durante il periodo Edo, il confucianesimo rappresentata a tutti i livelli, lunica forma di studio autorizzati, sono state aperte diverse scuole, che divenne subito popolare e molto popolare.

inferiore che tratta più di filosofia personale, ma anche il Mahāyāna o grande veicolo di impostazione più simile alla filosofia occidentale. In Cina si
1978 la filosofia cinese moderna difatti è riapparsa in forme come il neoconfucianesimo. Così come per la filosofia giapponese anche la filosofia in Cina
la filosofia classica giapponese che vede la realtà di base in continuo cambiamento 無常 mujō? , letteralmente impermanenza l estetica giapponese ha
La cucina giapponese è l espressione dell arte culinaria sviluppata in Giappone. La cucina tradizionale viene chiamata in lingua giapponese nihon - ryōri
Il buddhismo giapponese merita particolare attenzione nella storia della religione buddhista poiché costituito in buona parte dalla continuazione o dall evoluzione
basati su materiali della cultura giapponese Durante il periodo Edo, dal XVII al XIX secolo, il giardino giapponese raggiunge il suo massimo livello e
sia nella lingua giapponese che in quella cinese. Dato che queste lingue condividono in parte il sistema di scrittura ma il giapponese utilizza pronunce
Architettura di Venezia dal 1975 insegna Storia della Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell Università di Padova, dove dal 2006 è titolare
dell Idealismo tedesco. Si è confrontato con Heidegger, e con la Filosofia giapponese orientata in senso buddhista. Ōhashi è nato nel 1944 a Kyoto, figlio
Vigna Filosofia analitica, filosofia del linguaggio, filosofia della mente: Antonio Pieretti Filosofia cinese: Alfredo Cadonna Filosofia giapponese Giuseppe

rapidamente uno dei prodotti più conosciuti ed esportati della filosofia produttiva giapponese e consentì tutta una serie di miglioramenti e di razionalizzazioni
locuzione arti marziali giapponesi si riferisce all enorme varietà di arti marziali sviluppatesi in Giappone. Nella lingua giapponese vi sono almeno tre termini
15 febbraio 1888 Kyoto, 6 maggio 1941 è stato un filosofo poeta, scrittore e dandy giapponese Trascorse gli anni venti in Europa ove conobbe Martin
filosofia Zentorno. I grattacieli sovrastano il giardino giapponese Interno del giardino 1 Interno del giardino 2 La Tea House Giardino giapponese
continuano a vivere la filosofia pratica e l insegnamento che egli trasmise attraverso le sue opere e il suo lavoro. Aikidō Ki filosofia Morihei Ueshiba Haruchika
dicembre 1630 Kyoto, 5 ottobre 1714 è stato uno scrittore, filosofo e botanico giapponese Figlio del medico Kaibara Kansai 貝原寛斎 1597 - 1666? al servizio
sia in giapponese che in inglese lingua nella quale scriveva con grande facilità si dedicò a coltivare lo spirito del popolo giapponese e facilitare
Heisig 1947 è un filosofo statunitense, studioso di fama internazionale di storia comparata delle religioni.. Laureato in filosofia a Cambridge, ha insegnato
sentiero è così chiamato perché si pensa che un influente filosofo e professore giapponese dell Università di Kyoto, Nishida Kitarō, si recasse qui per