Топ-100

Lingua minoritaria

Con il termine di lingua minoritaria ci si riferisce ad una lingua materna parlata da una comunità linguistica che non costituisce una realtà numericamente dominante rispetto a una data società o nazione. Si trovano quindi in una situazione di minoranza rispetto a unaltra lingua che normalmente è la lingua più prestigiosa e riconosciuta come lingua ufficiale o imposta come lingua unica ufficiale della burocrazia, nella scuola e nei media, proibendo contemporaneamente luso pubblico di ogni altra lingua e negando il plurilinguismo abitualmente presente nel territorio statale. Una lingua minoritaria in uno Stato può essere maggioritaria in un altro: un caso estremo è il catalano, idioma ufficiale ad Andorra, ma solo "lingua co-ufficiale" in Spagna.
Il concetto di "lingua minoritaria" è strettamente legato al concetto di "minoranza". La più nota definizione di "minoranza" è quella elaborata negli anni Settanta in un lavoro di ricerca per lONU da Francesco Capotorti: "La minoranza è un gruppo numericamente inferiore al resto della popolazione di uno Stato, in posizione non dominante, i cui membri possiedono caratteristiche etniche, religiose o linguistiche che differiscono da quelle del resto della popolazione, e mostrano, anche solo implicitamente, un senso di solidarietà, diretta a preservare la loro cultura, tradizioni, religione o lingua".
Esiste il pericolo che la lingua minoritaria sia assorbita dalla "lingua principale" si parla infatti di "lingue in pericolo", fino a diventare una lingua estinta qualora non vi fossero più parlanti nativi.
Ad esempio, litaliano è lingua di maggioranza nel Veneto, dove il ladino è lingua minoritaria ed il veneto è, secondo alcuni studiosi, lingua regionale ancorché non riconosciuta dallo stato italiano; tuttavia nellIstria il dialetto veneto-istriano è considerato costituzionalmente un dialetto della lingua italiana: infatti la Costituzione croata riconosce come "minoranza nazionale italiana", rispetto alla croato, la comunità locale che in famiglia parla il dialetto istriano un dialetto coloniale veneto.

image

1. Europa
Esempi di lingue minoritarie in Europa sono il bretone, il leonese e il sardo. Esiste una Carta europea per le lingue regionali o minoritarie European Charter for Regional or Minority Languages, o ECRML come trattato CETS 148 preso nel 1992 per il Consiglio dEuropa, che le definisce così:
"Con "lingue regionali o minoritarie" si intendono le lingue usate tradizionalmente sul territorio di uno Stato dai cittadini di detto Stato che formano un gruppo numericamente inferiore al resto della popolazione dello Stato e diverse dalla lingua ufficiale di detto Stato."
La Carta europea riconosce il diritto a praticare una "lingua regionale o minoritaria" nellambito della giustizia, della pubblica amministrazione, della cultura e in tutti gli altri aspetti della vita sociale. Spetta ai singoli Stati che hanno firmato la "Carta" determinare lelenco delle "lingue regionali o minoritarie" del proprio Stato al momento della ratifica della "Carta" stessa. Lo Stato italiano non ha ancora ratificato la "Carta" che quindi non trova ancora attuazione in Italia. È competenza esclusiva del Parlamento italiano la determinazione delle comunità etnico-linguistiche a cui applicare la Carta.

regionale o minoritaria si applica principalmente alle lingue parlate da una minoranza della popolazione: La lingua regionale è una lingua parlata all interno
viene considerata anch essa una lingua minoritaria Come prescritto dalla Carta europea delle lingue regionali o minoritarie molti paesi in Europa Polonia
L Associazione dei quotidiani in lingua minoritaria e regionale o MIDAS dall inglese Minority Dailies Association è un associazione senza scopo di lucro
phaasaa laao è la lingua ufficiale del Laos e una delle 89 lingue parlate in questo paese asiatico, nonché una lingua minoritaria di alcune province
ricevuto lo status di lingua minoritaria nel 2005 secondo le disposizioni della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie Linguisticamente, in
con le lingue arawak, parlate nelle vicinanze. Al momento sono stimati all incirca 30 000 locutori, e gode dello statuto di lingua minoritaria in Venezuela
salvaguardare e promuovere le lingue regionali e minoritarie d Europa. La definizione consueta di lingua regionale o minoritaria è quella utilizzata nella
friulano è riconosciuto e tutelato come lingua minoritaria Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana Archiviato il 27 settembre 2013
gallese. La lingua gallese è stata parlata continuativamente in Galles durante la storia, anche se nel 1911 è diventata una lingua minoritaria parlata dal
austriaca del Burgenland, da cui la lingua trae nome. Il croato del Burgenland è riconosciuto come lingua minoritaria nel Burgenland dove, secondo il censimento
greco è una delle 24 lingue ufficiali dell organizzazione. Inoltre, il greco è ufficialmente riconosciuto come lingua minoritaria in parti d Italia e ufficiale